PENSIONATI IN ASSEMBLEA A MILANO

... pronti a manifestare a Roma il prossimo 9 febbraio

MANIFESTAZIONE UNITARIA A ROMA

CGIL CISL e UIL ROMA 9 FEBBRAIO MANIFESTAZIONE UNITARIA

FNP CISL PAVIA-LODI DAL PREFETTO

4 Gennaio 2019 presidio unitario in piazza della prefettura a Pavia. CGIL, CISL UIL pensionati chiedono intervento. ORA BASTA! Il Governo non faccia cassa con i pensionati!

Messaggio fine anno del presidente Mattarella

Mattarella: «Non dobbiamo aver timore dei buoni sentimenti che rendono migliore la nostra società»

SARA' MOBILITAZIONE A GENNAIO

Una Legge di Bilancio sbagliata e recessiva che mortifica lavoro e fasce deboli. Pronti alla mobilitazione con una grande manifestazione a gennaio"

FELSA CISL insieme alle altre OOSS firma la preintesa

in arrivo nuovo CCNL per i somministrati

CONTRATTO PER LA DISTRIBUZIONE MODERNA ORGANIZZATA

FISASCAT:"Firmato il primo contratto collettivo della DMO distribuzione moderna organizzata con Federdistribuzione"- 300.000 addetti acranno il primo Contratto Nazionale del Lavoro

MILANO 19 DICEMBRE 2018

Attivo unitario Teatro Nuovo - San Babila Milano Conclusioni di Annamaria Furlan

10 Dicembre: presidio alla Gallotti di Albuzzano

in 16 rimasti senza lavoro dopo l'incendio dello scorso mese

ATTIVO CGIL CISL UIL LODI

28 Novembre i Segretari di CGIL CISL e UIL hanno incontrato delegati ed RSU all'Istituto Bassi. Relazione affidata alla Segretaria Gen. CISL Pavia-Lodi Elena MAGA

ATTIVO UNITARIO CGIL CISL UIL PAVIA

27 Novembre incontro dei delegati presso la Sala dell'Annunciata a Pavia. Relazione affidata a Elena MAGA Segr. Generale UST CISL Pavia-Lodi

CAMBIO AL VERTICE del Presidio FIT PAVIA

Oggi cambio alla guida del presidio Fit Cisl Pavia: Magnani lascia, al suo posto Gaetano Di Capua

Convegno UNI PV: per la Cisl Pavia_Lodi intervento di Elena Maga

REDDITO di INCLUSIONE e REDDITO di CITTADINANZA. Il contrasto alla povertà tra diritto e politica.

CONVEGNO a GENOVA

Al centro il lavoro, la sicurezza lo sviluppo sociale. FURLAN: "Genova non può ancora aspettare!"

Urgente sbloccare cantieri Terzo Valico, Tap e Pedemontana.

Il 30 Ottobre a Genova lanceremo le nostre proposte per far ripartire il Paese e gli investimenti"

Assemblea Organizzativa dei Servizi

Elena Maga: la CISL al servizio della persona!

SINDACATO ISTITUZIONI A CONFRONTO

Oggi in Via Vida Decreto Dignità: quali effetti sul lavoro e sistema produttivo?

LA CRISI ALLA MORESCHI DI VIGEVANO

Saranno 39 gli esuberi: aperta per loro la procedura di licenziamento.

Rapporto UE entrate da IVA

L'Italia nel 2016 al 1° posto per mancate entrate IVA per un totale di 36 per miliardi.

ABB di S. Martino trasferisce il personale a Dalmine

Proclamata giornata di agitazione il 20 settembre a seguito dell'accorpamento. Per l'Azienda è un problema di efficienza!

ASSEMBLEA NAZIONALE DELEGATI CCNL CHIMICO FARMACEUTICO: sicurezza in primo piano

Aperta a Roma l'Assemblea dei Delegati: pronta la piattaforma unitaria contrattuale che prevede aumenti per circa 130 euro a cui sono interessate circa 3000 aziende.

Annamaria Furlan alla Cisl di Pavia Lodi

Nella foto: Giovanni D'Antuono, Elena Maga, Ugo Duci ed Annamaria Furlan - Incontro con il consiglio generale Ust CIsl Pavia-Lodi

LA FEMCA CISL in RAFFINERIA

La Femca Cisl incontra i delegati e gli iscritti in raffineria a Sannazzaro

Commissione europea: Italia 35,9 miliardi di evasione dell’IVA. Tra i peggiori in Europa.

ITALIA al 1°  POSTO PER EVASIONE dell'IVA nel 2016. Diminuita del 3% dal 2012 al 2016

I paesi dell'UE hanno perso quasi 150 miliardi di euro di entrate da imposta sul valore aggiunto nel 2016, secondo un nuovo studio pubblicato oggi dalla Commissione europea.

Secondo il rapporto europeo ci sono Paesi in cui l’evasione dell’Iva è la più bassa e il rapporto indica tra questo il Lussemburgo(0,85%), Svezia (1,08%) e Croazia (1,15%). In altro  c’è stato, invece, un progressivo aumento ad esempio in Romania, Finlandia, Regno Unito, Irlanda, Estonia e Francia.

Il rapporto si riferisce all'anno 2016 e l'Italia si conferma prima in Ue per la più grande evasione dell'Iva  con perdite per le casse dello stato di 35,9 miliardi.

Siamo invece terzi per il maggior divario tra gettito previsto e riscosso con il 25,9%, dietro solo a Romania (35,88%) e Grecia (29,2%) cioè non siamo stati in grado di recuperare una gran fetta di"entrate".

Così mancherebbero secondo i calcoli ben 36 miliardi: questo il valore tra la stima delle entrate previste e quelle realmente effettive tutto ciò si è tradotto in immancabili "tagli" alla spesa e agli investimenti sui servizi che lo Stato deve assicurare.

vedi rapporto UE

ustcislpavialodi©2018