Convegno UNI PV: per la Cisl Pavia_Lodi intervento di Elena Maga

REDDITO di INCLUSIONE e REDDITO di CITTADINANZA. Il contrasto alla povertà tra diritto e politica.

CONVEGNO a GENOVA

Al centro il lavoro, la sicurezza lo sviluppo sociale. FURLAN: "Genova non può ancora aspettare!"

Urgente sbloccare cantieri Terzo Valico, Tap e Pedemontana.

Il 30 Ottobre a Genova lanceremo le nostre proposte per far ripartire il Paese e gli investimenti"

Assemblea Organizzativa dei Servizi

Elena Maga: la CISL al servizio della persona!

Analisi critica dell'impatto produttivo, occupazionale economico e giuslavorista

SINDACATO ISTITUZIONI A CONFRONTO

Oggi in Via Vida Decreto Dignità: quali effetti sul lavoro e sistema produttivo?

70 anni di Fisascat !

NON RINUNCIARE AI TUOI DIRITTI. Il Consiglio generale rafforza la dirigenza.Aurora Blanca la nuova componente della segreteria nazionale

Nuovo episodio nelle carceri di Vigevano.

un detenuto ha incendiato la propria camera di reclusione. Grave trasportato il elisoccorso al centro gradi ustionati

LA CRISI ALLA MORESCHI DI VIGEVANO

Saranno 39 gli esuberi: aperta per loro la procedura di licenziamento.

TAVOLO COMPETITIVITA': oggi a Pavia

Gruppo di lavoro tecnico sulle politiche industriali e attratività del territorio

SCUOLA di CITTADINANZA e PARTECIPAZIONE

Sesta edizione Collegio S. Caterina: conferenza inaugurale sulla città contemporanea tra crisi e prospettive

Consiglio Comunale di S.Martino in Strada (Lo) davanti alla sede di ABB

Rapporto UE entrate da IVA

L'Italia nel 2016 al 1° posto per mancate entrate IVA per un totale di 36 per miliardi.

ABB di S. Martino trasferisce il personale a Dalmine

Proclamata giornata di agitazione il 20 settembre a seguito dell'accorpamento. Per l'Azienda è un problema di efficienza!

BASTA MORTI SUI LUOGHI DI LAVORO!

CEVA di STRADELLA ACCORDO

Firmato in Prefettura accordo per cambio cooperative

ASSEMBLEA NAZIONALE DELEGATI CCNL CHIMICO FARMACEUTICO: sicurezza in primo piano

Aperta a Roma l'Assemblea dei Delegati: pronta la piattaforma unitaria contrattuale che prevede aumenti per circa 130 euro a cui sono interessate circa 3000 aziende.

Annamaria Furlan alla Cisl di Pavia Lodi

Nella foto: Giovanni D'Antuono, Elena Maga, Ugo Duci ed Annamaria Furlan - Incontro con il consiglio generale Ust CIsl Pavia-Lodi

LA FEMCA CISL in RAFFINERIA

La Femca Cisl incontra i delegati e gli iscritti in raffineria a Sannazzaro

Debole, anzi, Furlan: debole anzi debolissimo. Così giudica il Documento di Economia e Finanza (DEF)

Debole, anzi, debolissimo il DEF - Senza lavoro da offrire i centri per l'impiego non servono a nulla!

Così giudica il Documento di Economia e Finanza (DEF) presentato dal Governo la segretaria generale della CISL, Annamaria Furlan, in un’intervista che compare oggi 7 ottobre 2018 sul quotidiano Avvenire. Poca o nessuna attenzione a lavoro, infrastrutture, crescita. Nessuna risorsa per il rinnovo dei contratti pubblici, nessun segnale significativo per scuola, università e ricerca. Una pericolosa tendenza all’isolamento e al conflitto, quando servirebbero grandi alleanze per affrontare e vincere grandi battaglie, anche in Europa. 

La segretaria della CISL chiede al Presidente del Consiglio un cambio di passo, che riconosca anche l’importanza del confronto con le parti sociali, sinora sostanzialmente eluso dal Governo. 
Vanno nella direzione giusta gli interventi sulle pensioni, anche se rischiano penalizzazioni le donne, specie al sud: la proposta della Furlan è di individuare criteri che tenendo in considerazione anche il numero dei figli riconoscano il valore della maternità. Sul reddito di cittadinanza, il rischio è che si riduca a una misura solo assistenziale, quando sarebbe indispensabile un legame più diretto con l’inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro. 
C’è il rischio che si vada a una fase di conflitto? Per la leader della CISL tutto dipende dalle risposte che arriveranno dal Governo nelle prossime settimane. 

 

"Investire sui centri per l'impiego e' molto importante. Ma puo' rivelarsi inutile se poi non ci sono posti di lavoro da offrire. E questo e' il rischio che vogliamo evitare". Lo afferma in un'intervista al Corriere della Sera la leader della Cisl Annamaria Furlan. Sulla manovra Furlan spiega: "Il primo problema non e' il livello del deficit ma quello degli investimenti per fare crescere il Pil e creare lavoro. Tra l'altro, se ci fossero piu' investimenti la manovra diventerebbe accettabile pure per Bruxelles. La nota di aggiornamento al Def e' del tutto generica e contraddittoria rispetto a quello che si intende fare sulle grandi opere. La manovra non dice nulla su Tav, Terzo Valico, Tap, Pedemontana. Il primo cambiamento di rotta che chiediamo e' questo". "Oggi l'80% delle entrate fiscali sono sulle spalle del lavoro dipendente - prosegue -. I consumi vanno fatti ripartire rendendo piu' pesanti buste paga e pensioni. Ci aspettiamo che si rimetta in discussione l'Irpef a carico di pensionati e lavoratori, mantenendo la progressivita', come dispone la Costituzione".

leggi tutto

ustcislpavialodi©2018