PRODUTTIVITA' INDUSTRIALE IN LOMBARDIA ANNO 2019: dati medi tendenziali.

Da una crescita robusta di tre punti realizzata nel 2018 si passa infatti ad un “avanti adagio” di appena due decimali lo scorso anno, il peggior dato dal 2013. Le commesse "in stallo".

Così si legge in un articolo del Sole 24 Ore. Trasporti, Siderurgia e Tessile i comparti più penalizzati nello scorso anno pur collocandosi la Lombardia, in termini di produttività, nella media europea e 15 punti sopra la media Italiana. Anche la locomotiva Tedesca frena.

Secondo il Presidente di Confindustria "Si naviga a vista" -"Bisogna guardare all’industria come una risorsa - spiega - mettendo a punto piani industriali seri, sostenibili e che abbiano una visione di sistema."

Inoltre questo inizio di anno l'export verso al Cina, anche in relazione al "coronavirus", produrrà ulteriori effetti negativi sull'economia lombarda.

I dati della variazione tendenziale media per provincia promuove in ordine Pavia, Milano, Sondrio, Mantova  Lodi a cui viene associato un valore tendenziale del +3,8%

Le altre provincie lombarde sono stabili oppure perdono circa 1% come Bergamo, Brescia, Monza e Lecco.

ustcislpavialodi©2020