LE CONFEDERAZIONI SCRIVONO AL MINISTRO CATALFO E AL PRESIDENTE DELL'INPS TRIDICO: denunciamo i ritardi sull'emissioni cassa integrazione!

Spett.le Ministra,

Spett.le Presidente,

abbiamo più volte denunciato nei giorni scorsi, con preoccupazione, i ritardi nei pagamenti delle prime nove settimane di cassa integrazione per le aziende che accedono al pagamento diretto da parte di INPS, per richiesta o per norma.

Ad oggi riscontriamo ancora ritardi insostenibili per le prestazioni di assegno ordinario di Fis e di cassa in deroga. Conosciamo lo sforzo al quale è sottoposto l’Istituto e la moltitudine di pratiche che deve evadere.

Altrettanto è apprezzabile lo sforzo di semplificazione assunto nel DL Rilancio perché i prossimi trattamenti di cassa integrazione possano essere lavorati ed erogati più rapidamente.

Allo stesso tempo deve essere chiaro a tutti, in primis a chi ha responsabilità pubbliche, che stanno crescendo tensioni sociali difficili da governare e che ci sono decine di migliaia di lavoratori che, in assenza di reddito da ormai due mesi, non riescono più a sostenere le spese primarie per il sostentamento della famiglia. E questo è per noi francamente inaccettabile e mina il rapporto fiduciario che deve consolidarsi fra i cittadini e lo stato.

Per questo vi chiediamo un intervento urgente ed immediato per assicurare in tempi brevissimi, l’erogazione delle casse integrazioni delle prime 9 settimane, sollecitando anche le aziende, ove necessario, all’invio immediato della modulistica necessaria.

In attesa di riscontro, vi inviamo Distinti Saluti.

 

CGIL(Tania Scacchetti)   CISL(Luigi Sbarra)   UIL(Ivana Veronese)

 

ustcislpavialodi©2020