PUBBLICATO IL NUOVO DPCM 3 DICEMBRE

CONTE HA SPIEGATO IN DIRETTA LE SCELTE DEL GOVERNO NEL PERIODO DELLE FESTE NATALIZIE E DI FINE ED INIZIO ANNO

SITUAZIONE COVID LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA PUBBLICATI I DATI DI IERI 3 DICEMBRE. DA OGGI NUOVO DPCM

9 DICEMBRE SCIOPERO PUBBLICI DIPENDENTI - #RINNOVIAMO LA PA

Il giorno mercoledì 9 Dicembre 2020 è proclamato lo sciopero dei Servizi Pubblici. Diretta Streaming

CISL PAVIA LODI APERTURA IN TUTTE LE SEDI- SERVIZI CAF ed INAS APERTI

Il DPCM ci impone di limitare gli accessi ma i servizi sono garantiti con appuntamento e distanziamento. Grazie agli Operatori Politici!

LOMBARDIA: CAMBIAMO PASSO PER RIPARTIRE!

LE PROPOSTE DI CGIL, CISL, E UIL LOMBARDIA INVIATE ALLA REGIONE E PER UN UTILE CONFRONTO CON LE AMMINISTRAZIONI LOCALI.

UFFICI INPS LOMBARDIA RIAPRONO AL PUBBLICO

AVVISO DIREZIONE GENERALE LOMBARDIA: da Lunedì 7 settembre previa prenotazione gli uffici inps riaprono al pubblico

STAV NON RISPETTA GLI ACCORDI

FIT CISL PAVIA LODI: scontro sulla contrattazione integrativa. L'Azienda non rispetta le intese raggiunte!

CONFRONTO GOVERNO SINDACATI: C'è L'INTESA PER ALTRE 12 SETTIMANE DI CASSA-COVID E BLOCCO DEI LICENZIAMENTI SINO A MARZO 2021

Furlan: ”Un passo avanti fondamentale. La decisione del governo consente un minimo di serenita' alla nostra gente”

MINISTERO DELLA SALUTE: dati Covid aggiornati e in continua crescita oltre 1800!

COVID: in continua crescita il numero dei positivi. Interessate anche le Scuole su tutto il territorio italiano.

RIPARTITO IL CONFRONTO CON CONFINDUSTRIA: il Patto per la Fabbrica è un punto fermo per tutti!

Soddisfazione per questo incontro definito "utile" dalle parti. Furlan Si riapre la stagione dei rinnovi contrattuali!

LA MORESCHI DI VIGEVANO IN SCIOPERO

Lavoratori oggi in sciopero e in presidio al calzaturificio Moreschi di Vigevano: si attendono risposte concrete dalla nuova proprietà!

TERZO PRESIDIO UNITARIO DAVANTI A PALAZZO LOMBARDIA: LA SANITA' LOMBARDA

NELLA MATTINA TEZO ED ULTIMO PRESIDIO UNITARIO PRESSO IL PALAZZO DELLA REGIONE LOMBARDIA A MILANO

Annamaria Furlan alla Cisl di Pavia Lodi

Nella foto: Giovanni D'Antuono, Elena Maga, Ugo Duci ed Annamaria Furlan - Incontro con il consiglio generale Ust CIsl Pavia-Lodi

NOTIZIE dalla FAI

FIRMA CCNL INDUSTRIA ALIMENTARE 2020

CCNL Industria alimentare, 31 LUGLIO ecco l’accordo. 

Venerdì 31 luglio Fai, Flai e Uila hanno sottoscritto l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL Industria alimentare con Unionfood, AssoBirra e Ancit ( rappresentano quasi 50% forza lavoro); purtroppo, nonostante tutti gli sforzi fatti, da parte sindacale, per tenere unite le controparti, la stipula dell’accordo è avvenuta solo da parte di tre delle associazioni firmatarie del CCNL Industria alimentare del 5 febbraio 2016.

Da questo punto di vista, è bene sottolineare, che le trattative con Federalimentare avevano portato alla definizione di tutti gli aspetti normativi che sono presenti nell’accordo sottoscritto il 31 luglio, così come erano stati condivisi gli articoli relativi al TEM (Trattamento economico minimo) e al trattamento economico per la mancata contrattazione di secondo livello. L’unico vero elemento di dissenso, che ha portato Federalimentare e le 9 associazioni ad abbandonare il negoziato, è costituito da una distanza sul valore dell’incremento aggiuntivo della retribuzione che, tra l’altro, sarebbero stati erogati dalle imprese a partire da aprile 2023. Con la firma del ccnl tale distanza si è concretizzata in 13 euro di differenza tra la proposta di Federalimentare e i 119 euro. Fai, Flai e Uila sono convinte che le aziende dovrebbero riflettere attentamente sull’opportunità di andare incontro a un conflitto sindacale sulla base di una simile distanza economica. Leggermente diversa la situazione con il tavolo di Assocarni e Unaitalia dove, pur avendo concordato la quasi totalità della parte normativa e del TEM, restavano da definire le modalità con le quali cogliere alcune specificità di settore (protocollo Assocarni e settore avicolo), tuttavia, anche su questo tavolo rimanevano delle significative distanze sulla definizione del trattamento economico complessivo.

            L’impegno di tutte le sigle sindacali e in particolare della FAI è quello di divulgare l’accordo raggiunto utilizzando le assemblee sindacali nel rispetto della normativa COVID ed richiedere a tutte le aziende alimentari del territorio di aderire all’accordo del 31 luglio 2020. 

¢ Aumento complessivo del TEM di 84,00 € per il 2019 – 2023 a parametro 137 (criterio del valore punto) ripartito in tali tranche:

¢ 21,43 € dal 1/12/2019;

¢ 20,86 € dal 1/9/2021;

¢ 20,86 € dal 1/1/2022;

¢ 20,86 € dal 1/1/2023; 

salariale utile non solo a difendere il potere di acquisto ma a incrementare sensibilmente la capacità di spesa di coloro che lavorano nel settore. 

L’accordo raggiunto il 31 luglio rappresenta l’unico contratto nazionale possibile per gli oltre 400 mila lavoratori del settore.

Da subito, quindi, Fai, Flai e Uila intendono mettere in campo tutte le iniziative affinché le associazioni datoriali che hanno partecipato alla negoziazione senza sottoscrivere questo contratto, convergano su di esso.

 ustcislpavialodi©2020

 

FAI CISL PAVIA LODI: consulenza garantita con i seguenti recapiti

RECAPITI FAI-CISL

A partire da settembre  2020, oltre all’attività sindacale svolta in smart working, l’accesso al pubblico nei recapiti FAI riprende con le seguenti modalità indicate dalle Linee di indirizzo emanate dalla Regione Lombardia:

 

-       Informazione adeguata sulle misure di prevenzione;

-       Ingresso nei recapiti escluso a chi ha una temperatura corporea superiore o uguale a 37,5°;

-       Utilizzo della mascherina;

-       Accesso tramite appuntamento, consentendo l’ingresso nel recapito di una persona alla volta;

-       Appuntamento richiedibile a :

 

ZONA di Pavia:

Marco Bertoni, tel. 338/36.83.682,    mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Massimo Marangon, tel. 338/34.14.611, mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Paolo Righini, tel. 371/42.71.435, mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

PAVIA

V. Rolla, 3

Da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12:30

Corteolona

V. Cavallotti, 7

Lunedì dalle 16:00 alle 18:30

Voghera

v. Ricotti, 5

Venerdì dalle 16:00 alle 18:30

Casteggio

via Marconi, 5

Mercoledì dalle 9:00 alle 12:30

Broni

via Mazzini, 58

Mercoledì dalle 16.00 alle 18.30

Stradella

V. Garibaldi, 2

Martedì dalle 16:30 alle 18:30

S. Maria de la  Versa

Ex Biblioteca comunale

Martedì dalle 13:00 alle 14:00

Vigevano

V. M. sette dolori, 6

Martedì dalle 16:00 alle 18:30

Mede

v. Matteotti 49/51

Giovedì dalle 16:00 alle 18:30

Mortara

V. Parini, 4

Mercoledì dalle 16:00 alle 18:30

Garlasco

V. Risorto snc

Venerdì dalle 16:00 alle 18:30

S.Nazzaro de Burgundi

P. Palestro, 11

1° e 3° lunedì del mese dalle 16:00 alle 18:30

 

ZONA di Lodi:

Alessandro Cerioli, tel. 333/66.55.365 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stefano Loreni, tel. 333/65.14.117, mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

LODI

PL.e Forni, 1

Martedì e Giovedì dalle 9:00 alle 12:30

Casalpusterlengo

V. Don Minzoni, 18

Lunedì dalle 9:00 alle 12:30

Codogno

V. Resistenza, 1

Martedì e Venerdì dalle 9:00 alle 12:30

S.Angelo Lod.

V. C. Battisti, 30

Mercoledì dalle 9:00 alle 12:30

Zelo Buon Persico

P.za Tricolore

Martedì dalle 17:00 alle 18:30

ustcislpavialodi©2020

 

FAI: BONUS 600 EURO PER LAVORATORI STAGIONALI

FAI CISL "INTERROTTA TRATTATIVA RINNOVO CCNL, DA FEDERALIMENTARE RISPOSTE INSODDISFACENTI"

Dopo l’ennesima “due giorni” di negoziato si sono interrotte le trattative per il rinnovo del Ccnl dei lavoratori dipendenti dell’industria alimentare, scaduto il 30 novembre scorso, che interessa oltre 400 mila lavoratori.
Ne danno notizia le segreterie nazionali di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil, che stigmatizzano il comportamento della controparte, Federalimentare, che in sei mesi di trattative, non solo non ha dato risposte soddisfacenti alle richieste sindacali su salario e welfare, ma non ha neppure voluto affrontare adeguatamente temi quali formazione, classificazione, comunità di sito, giovani e ricambio generazionale che, in un contratto di valenza quadriennale, dovrebbero avere grande importanza anche per il futuro delle imprese.
La delegazione trattante di Fai-Flai-Uila ha già definito le prime iniziative di mobilitazione dei lavoratori, con il blocco degli straordinari e di tutte le flessibilità a partire da sabato 22 febbraio, assemblee in tutti i siti produttivi e tre attivi unitari interregionali (a Milano, Roma, Napoli) per il 2 marzo. Nei prossimi giorni saranno definite ulteriori azioni di lotta.

 

ROTA- È paradossale che in un settore che è diventato motore trainante del Made in Italy nel mondo e secondo manifatturiero d’Italia il rinnovo contrattuale venga vissuto in un continuo gioco al ribasso, guardando a un contratto privo di innovazioni e coraggio su temi basilari, come la formazione dei lavoratori, il welfare aziendale, gli incrementi salariali”.

Questo il commento del segretario generale della Fai Cisl, Onofrio Rota, sulla rottura della trattativa tra sindacati e Federalimentare per il rinnovo del contratto collettivo nazionale dell’industria alimentare, che coinvolge oltre 400 mila lavoratori.

“Anche l’atteggiamento della controparte sui criteri della comunità di sito – aggiunge Rota – ci è sembrato una grave miopia, incurante dei diritti di tanti lavoratori che ogni giorno operano nell’industria alimentare anche in condizioni di vero e proprio dumping contrattuale: avviare un percorso di riconoscimento in tal senso sarebbe un salto di qualità per tutto il settore”.

​“Questo rinnovo contrattuale dovrà mantenere il valore del perimetro del ccnl – conclude il leader della federazione agroalimentare ambientale della Cisl – ed è chiamato a mantenere una qualificata e innovativa unitarietà da parte di Federalimentare, che a differenza delle premesse fatte a inizio trattativa si è dimostrata ferma su vecchie posizioni e per niente disponibile a trattare. Le azioni di lotta dei prossimi giorni non mancheranno, a cominciare dalle assemblee sui luoghi di lavoro e dagli attivi unitari interregionali, già in programma per il prossimo 2 marzo”. 

Roma, 20 febbraio 2020

ustcislpavialodi©2020

 

229ma FIERA AUTUNNALE DI CODOGNO -CONVEGNO FAI-CISL di Pavia Lodi “Sicurezza sul lavoro in agricoltura: lavoriamo per una cultura della prevenzione”

FIERA DI CODOGNO CONVEGNO FAI-CISL di Pavia Lodi

Mercoledì 20 novembre 2019 dalle 14,00 alle 16,30 Padiglione Fieristico di Codogno - Sala Vezzulli

“Sicurezza sul lavoro in agricoltura: lavoriamo per una cultura della prevenzione”

Relatori:

Alessandro Cerioli, segretario generale FAI-CISL Pavia Lodi, introduzione ai lavori

Giuseppe Sbarufatti, responsabile salute e sicurezza USR CISL Lombardia

Regina Gazzola, Funzionario sede INAIL di Lodi per salute e sicurezza

Luigi Curti, Direttore Confagricoltura Milano Lodi e Monza Brianza

Gianni Savini, Presidente “C.I.M.E.B Lodi”, ente bilaterale agricolo provincia di Lodi

ustcislpavialodi©2019

 

 

 

 

 

Sbarra: "Serve piu’ rispetto per la dignita’ ed il lavoro di oltre due milioni di persone che ogni giorno costruisce ricchezza e coesione per il Paese"

FAI CISL 11 MAGGIO 2019 - ROMA

La protesta a Roma dei lavoratori del settore agroalimentare e ambientale.

FURLAN“Pieno sostegno della Cisl alla Fai Cisl che oggi manifesta a Roma con i sindacati del settore agroalimentare ed ambientale contro il caporalato, per la legalità, la tutela dei salari, i giusti rinnovi contrattuali e il rispetto della dignità di questi lavoratori”

La manifestazione si inserisce nel quadro delle mobilitazioni unitarie promosse da Cgil, Cisl e Uil che hanno caratterizzato questi mesi, dopo la straordinaria manifestazione "Futuro al Lavoro" del 9 febbraio.. (da Cisl Nazionale)

leggi tutto

ustcislpavia-lodi©2019