NOI CISL SIAMO: nelle periferie con i giovani per il lavoro

Pubblicato Giovedì, 13 Giugno 2019 09:58

MILANO - 13 GIUGNO 2019 - TEATRO PIME Via Mosè Bianchi 94

CONFERENZA REGIONALE ORGANIZZATIVA CISL LOMBARDIA

Sta per iniziare al Centro PIME di Milano con la relazione iniziale del Segretario UGO DUCI, dopo i saluti istituzionali.

"Umanesimo in periferia"

Testimonianze di chi opera "con e per" gli ultimi.

Presidente Fondazione Cariplo, Direttore del Carcere di San Vittore, Responsabile Consultori Famigliari, Centro accoglienza richiedenti asilo di Como.

Fondazione Cariplo: la fondazione ogni anno impegna significative somme per attivare progetti nelle periferie e per le periferie. Ci hanno stupito 700 ragazzini delle scuole primarie che essendo meno complicati di noi ci hanno indicato "luoghi" dove porre l'attenzione.  Sembrerà strano ma a Milano ci sono numerosi bambini che nella "grande Milano" non hanno di che mangiare.

Direttore Carcere S. Vittore: siamo 4 mura nel centro di Milano ma siamo una delle tante "periferie" . Dobbiamo essere in grado per primi di accogliere e di far convivere tra loro culture diverse, religioni diverse, vite diverse. Abbiamo la necessità e il dovere di dare una speranza diversa a coloro che ci vengono affidati per scontare la loro pena.

Responsabile Consultori Famigliari: occorre più attenzione alle famiglie, alle donne che desiderano avere dei figli. Occorre che anche norme contrattuali siano in grado di allargare spazi di welfare rosa. Il reddito di cittadinanza è una misura che cerca di aiutare i poveri ma non permette uno sguardo a lungo termine.

Responsabile centro accoglienza richiedenti asilo Como: ... io "ultimo" e mi avete chiamato qui tra di voi. Quando sono partito non sapevo dove sarei andato, non sapevo dove fosse l'Italia. Ora dopo che mi avete accolto e mi sono integrato, non solo a parole, faccio anche il volontario sulle ambulanze a Como, ho deciso che dovevo fare qualcosa per le altre persone che come me sarebbero venute qui. Non importa colore, credo o fede bisogna parlarsi, bisogna incontrarsi altrimenti nessuna integrazione sarà possibile.


 

UGO DUCI Segretario Gen. USR CISL LOMBARDIA

"Rappresentare, servire e provare a dare tutele alle donne agli uomini e in primis ai giovani"

"Vogliamo ESSER..CI..SL nelle nuove periferie urbane per stare realmente vicine alle persone dove è più carente l'intervento istituzionale. 

Le periferie sono "territoriali, esistenziali e del lavoro": in queste 3 periferie possiamo incontrare, se ci andiamo, giovani senza lavoro, iperprecari, donne sole con figli, famiglie, anziani soli e non autosufficienti.

Dobbiamo aprirci ai giovani: solo i giovani parlano con i giovani e sanno interpretare i loro silenzi. Più di 58.835 i giovani della Cisl Lombardia di tutte le categorie e di tutti i territori.

Per aprirci ai giovani fuori da noi chiediamo aiuto ai giovani che sono giù dentro la Cisl! Anche per questo ho fortemente voluto la Scuola Sindacale Permanente e Laboratorio Giovani dei giovani della Cisl Lombardia.

Il tema delle periferie e con l'intento di rivitalizzare le nostre sedi periferiche poco presidiate e frequentate, proprio i giovani possono rivelarsi una preziosa risorsa.


  

le conclusioni sono affidate a

Giorgio Graziani(Segr. Organizzativo confederale Cisl)

 

Nel pomeriggio, dalle 14.30 si tiene la tavola rotonda “Attivi nelle politiche attive”, alla quale interverranno: Gianni Bocchieri, direttore centrale Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Lombardia, Agostino Di Maio, direttore generale di Assolavoro, Mirko Dolzadelli, segretario regionale Cisl Lombardia, Stefano Mastrovincenzo, presidente Ial nazionale, Domenico Parisi, presidente Anpal, Gigi Petteni, presidente Cisl Inas nazionale. Coordina Dario Di Vico, editorialista Corriere della Sera.
Concluderà la giornata Gigi Sbarra, segretario generale aggiunto Cisl.

ustcislpavialodi©2019