RIPARTIAMO INSIEME DAL LAVORO!

Così oggi Annamaria Furlan a Milano alla manifestazione unitaria in piazza Duomo

RIPARTIAMO DAL LAVORO MANIFESTAZIONI UNITARIA A MILANO

MILANO: 18 settembre in Piazza del Duomo- Manifestazione unitaria .

CONSIGLIO GENERALE CISL SCUOLA IN PRESENZA

Furlan: troppi hanno dimenticato la Scuola e per troppo tempo!

RIPARTITO IL CONFRONTO CON CONFINDUSTRIA: il Patto per la Fabbrica è un punto fermo per tutti!

Soddisfazione per questo incontro definito "utile" dalle parti. Furlan Si riapre la stagione dei rinnovi contrattuali!

UFFICI INPS LOMBARDIA RIAPRONO AL PUBBLICO

AVVISO DIREZIONE GENERALE LOMBARDIA: da Lunedì 7 settembre previa prenotazione gli uffici inps riaprono al pubblico

DATI COVID SIMILI AL MAGGIO SCORSO!

RAPPORTO ISTITUTO SUP.SANITA': GESTIONE EVENTUALI CASI POSITIVI A SCUOLA.

NUOVE ORDINANZE REGIONALI: COVID19

LA SCUOLA RIAPRIA': IL 7 SETTEMBRE INFANZIA, IL 14 TUTTI GLI ALTRI GRADI E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE. NON SONO I BANCHI IL PROBLEMA MA LA GESTIONE E L'ORGANIZZAZIONE DEGLI SPAZI DEGLI ORARI ED IL CONTROLLO

MINISTERO DEL LAVORO SORVEGLIANZA SANITARI

Pubblicata circolare del ministero del Lavoro per la sorveglianza sanitaria lavoratrici e lavoratori fragili.

UNA NOTTE PER IL LAVORO CGIL CISL UIL IN PIAZZA A ROMA

SCUOLA, SANITA' AMMORTIZZATORI SOCIALI e LA NOSTRA PIATTAFORMA PRESENTATA GIA' 2 ANNI FA!

LA MORESCHI DI VIGEVANO IN SCIOPERO

Lavoratori oggi in sciopero e in presidio al calzaturificio Moreschi di Vigevano: si attendono risposte concrete dalla nuova proprietà!

SOMMINISTRATI IN REGIONE LOMBARDIA

SEMPRE IN PRIMA LINEA NEI MESI DEL COVID

TERZO PRESIDIO UNITARIO DAVANTI A PALAZZO LOMBARDIA: LA SANITA' LOMBARDA

NELLA MATTINA TEZO ED ULTIMO PRESIDIO UNITARIO PRESSO IL PALAZZO DELLA REGIONE LOMBARDIA A MILANO

REDDITO DI EMERGENZA lL REM

Inas Cisl offre un servizio certo e veloce: vieni a trovarci per l'ISEE passa prima al CAF Cisl

MARTEDI 10 DICEMBRE PIAZZA SANTI APOSTOLI ROMA

Prima giornata di manifestazione unitaria a Roma in Piazza Santi Apostoli. Interventi di Landini, Furlan e Barbagallo. La Cisl Pavia-Lodi in piazza.

Annamaria Furlan alla Cisl di Pavia Lodi

Nella foto: Giovanni D'Antuono, Elena Maga, Ugo Duci ed Annamaria Furlan - Incontro con il consiglio generale Ust CIsl Pavia-Lodi

PENSIONATI FNP

CHIUSURA UFFICI FNP PAVIA-LODI

SI COMUNICA CHE GLI UFFICI FNP CISL PAVIA LODI NEL MESE DI AGOSTO ADOTTERANNO IL SEGUENTE ORARIO DI APERTURA:

  • dal 3 agosto al giorno 7 agosto apertura solo antimeridiana (mattino)

 

  • dal 10 agosto al giorno 21 agosto chiusura totale intera giornata

 

ustcislpavialodi©2020

 

PENSIONI: PARTITO IL CONFRONTO CON IL GOVERNO

INIZIATO CON IL PIEDE GIUSTO IL CONFRONTO CON IL GOVERNO SUI TEMI DELLE PENSIONI

Sbarra: "Serve una riforma nel segno dell’equita’ con un grande patto tra le generazioni"

Soddisfatta,  al termine dell'incontro di oggi , la delegazione della Cisl, composta dal Segretario generale aggiunto Luigi Sbarra, dal segretario confederale Luigi Ganga e da Gigi Bonfanti, attuale reggente della  Fnp Cisl.
"Il Paese si salva con un Patto tra generazioni. Meccanismi piu' equi di pensionamento uniti a una seria politica di crescita e allo sblocco degli investimenti produttivi, sono essenziali per avviare il turnover nei luoghi di lavoro, incrementare consumi e produttivita' di sistema, assicurare a milioni di giovani un futuro e a tanti anziani una pensione dignitosa e attiva". Così Luigi Sbarra,  al tavolo sulle pensioni con la ministra Nunzia Catalfo Catalfo. "Il tema di una maggiore e piu' sostenibile flessibilita' in uscita dal mercato del lavoro - ha sottolineato - deve essere considerato prioritario. I limiti del 'sistema Fornero' sono evidenti, a cominciare dal piu' importante: i lavori non sono tutti uguali. Oggi noi abbiamo un problema di sostenibilita' sociale che riguarda milioni di lavoratori che svolgono lavori faticosi, pesanti e usuranti , a cui si applicano le stesse regole di tutti gli altri. Questa distorsione va rimossa". 
Secondo la Cisl, "e' indispensabile riprendere gli affidamenti e i contenuti dell'Intesa del 2016 con il Governo Gentiloni e rivedere regole e modalita' in modo da adattare i criteri alle attivita' svolte". "Bisogna  estendere la platea - ha sottolineato Sbarra - di chi puo' accedere a forme di flessibilita' legate al lavoro usurante e gravoso e dare continuita' strutturale all'Ape Sociale, istituire la pensione di garanzia per tanti giovani incastrati in lavori precari e part-time, che non danno accesso a pensioni dignitose riconoscere alle donne almeno un anno di contributi in meno per ogni figlio; vanno poi avviate urgentemente le Commissioni istituzionali incaricate di dividere la spesa assistenziale da quella previdenziale e quella sul lavoro gravoso e usurante; occorre garantire le uscite a partire da 62 anni di eta', cosi' come 41 anni di contributi a prescindere dall'eta' devono bastare per godersi il diritto alla pensione. Tutto cio' senza alcun ricalcolo contributivo che sarebbe un ulteriore e inaccettabile drenaggio a spese dei futuri pensionati. Infine, e' necessario incentivare l'adesione ai fondi previdenziale soprattutto per i giovani lavoratori". "Chi mette in contrapposizione gli interessi dei giovani con quelli degli anziani - ha affermato Sbarra - compie un'operazione sbagliata e dannosa. 
Queste riforme, insieme alla rivalutazione degli assegni pensionistici a una nuova legge sulla non autosufficienza, all'alleggerimento fiscale su pensioni e lavoro dipendente sono parti essenziali della politica di sviluppo nazionale. Meccanismi piu' equi di pensionamento  uniti a una seria politica di crescita e allo sblocco degli investimenti produttivi, sono essenziali per avviare il turnover nei luoghi di lavoro, incrementare consumi e produttivita' di sistema, assicurare a milioni di giovani un futuro e a tanti anziani una pensione dignitosa e attiva".

Il confronto di oggi ha avviato nei fatti il tavolo su pensioni e previdenza. "Abbiano illustrato le nostre proposte e ottenuto l’impegno a far partire subito le due Commissioni istituzionali partecipate anche dal sindacato , una tabella di marcia articolata in 5 tavoli tecnici", ha sottolineato al termine dell'incontro Sbarra.  

A marzo è prevista la verifica del lavoro dei tavoli tecnici,  con un nuovo incontro tra Governo e Sindacato.  
Quanto alle due Commissioni, la Ministra del Lavoro ha specificato che una sarà impegnata nel separare la spesa assistenziale da quella previdenziale; l'altra sarà chiamata a riformulare ed ampliare la platea del lavoro gravoso e del lavoro usurante, e di valutare anche la possibilità di rendere strutturale l’Ape Sociale.
La Ministra Catalfo ha inoltre annunciato la volontà di avviare una Commissione inter-istituzionale composta da esperti del Ministero del Lavoro, Consulenti Inps, Rappresentanti della Funzione Pubblica, organismo che sarà chiamato a valutare costi e sostenibilità della riforma generale del sistema pensionistico .
Ecco il calendario specifico dei tavoli tematici:
 
• Il 3 febbraio h. 15 si affronterà il tema della pensione di garanzia per i Giovani;
• Il 7 febbraio h. 15 sarà avviato il tavolo sulle pensioni in essere, e dunque saranno trattati i temi della 14ma mensilità, della rivalutazione degli assegni, ecc.;
• Il 10 febbraio h 9.30 sarà trattata la questione della flessibilità in uscita, con riferimento anche alla pensione delle donne ;
• Il 19 febbraio h. 15 si discuterà del  tema del sostegno alla Previdenza complementare;
• Infine, in data da definire di concerto con il Ministero della Salute, sarà affrontato il tema del supporto alla non-autosufficienza.
Tutti gli incontri di svolgeranno presso il Ministero del Lavoro. (da Cisl.it)
 
ustcislpavialodi©2020
 
 

CANONE TV ESENZIONE PER GLI ULTRA 75ENNI: invio entro domani 31 gennaio delle domande

Dopo i 75 anni non si paga più il canone televisivo i bolletta luce. Sono state cambiate le soglie reddituali.

Per ottenere che l’esenzione valga già da inizio 2020 l’istanza va inviata alle Entrate entro venerdì 31 gennaio ma sarà comunque possibile ottenere il rimborso per il periodo trascorso se viene inviata in ritardo.

Il nuovo limite di reddito
Con la legge di BIlancio 2002 (160/2019, articolo 1, comma 335) è stato fissato a 8mila euro. Una soglia che dovrebbe essere definitiva ed è stata decisa dal decreto Economia-Sviluppo del 24 ottobre 2019: dal 1° gennaio 2020 è salito a 8mila euro dai precedenti 6.713,98 euro. La misura causerà un minor gettito di 20 milioni di euro. (il Sole 24 Ore)

leggi tutto

17 DICEMBRE MANIFESTAZIONE UNITARIA PENSIONATI A ROMA

17 DICEMBRE 2019 ROMA PIAZZA SANTI APOSTOLI MANIFESTAZIONE UNITARIA PENSIONATI: INTERVENTO DI GIGI SBARRA

Stamattina anche la FNP Cisl Pavia-Lodi in piazza Santi Apostoli a Roma in manifestazione, la piazza ancora una volta si è riempita di persone provenienti da tutta Italia per la 3° data della settimana di mobilitazione organizzata da CGIL, CISL e UIL.

Spi, Fnp, Uilp chiedono di tener conto, in sede di discussione della Legge di Bilancio, dei reiterati appelli fatti al Governo per: l'ampliamento della platea dei beneficiari della 14esima; la rivalutazione delle pensioni; una legge nazionale sulla non autosufficienza; un fisco più equo per i pensionati.

vedi piattaforma pensionati

Se la manovra non verra' migliorata alla Camera la mobilitazione non potra' che continuare, finche' non avremo risposte per le persone che rappresentiamo". Cosi il Segretario generale aggiunto della CISL, Luigi Sbarra,  alla terza manifestazione unitaria a Piazza Santi Apostoli che ha come temi la riforma fiscale a vantaggio dei lavoratori dipendenti e dei pensionati, la riduzione del fenomeno dell’evasione, la defiscalizzazione degli aumenti contrattuali, pubblici e privati; una equa rivalutazione delle pensioni, un welfare più giusto ed una legge sulla non autosuffIcienza. (video)

ustcislpavialodi@2019

 

CONVEGNO: SALUTE CURE ED ECONOMIA

La Cisl Pavia-Lodi in collaborazione con al FNP Cisl Pavia-Lodi e i coordinamento Donne FNP organizza per venerdì 29 novembre 2019 , presso il Palazzo Broletto di Pavia a partire dalle ore 9.30 un convegno dal titolo "Salute Cure ed Economia".

Interventi di:
• Carla Franchini (Segretario Generale FNP Pavia Lodi) Saluti istituzionali
• Prof.ssa Francesca Morganti Università di Bergamo
• Dott.ssa Elena Rita Maga Segretario Generale UST Pavia Lodi
• Dott.ssa Luisa Rosti Economista Università di Pavia
• Dott.ssa Azzi ATS Pavia Presidio territoriale
• Pietro Cantoni (FNP Lombardia) Welfare territoriale

Conclusioni a cura di Emilio Didonè Segretario Generale FNP Lombardia.

ustcislpavialodi©2019

 

IL SOLE 24 ORE - Pensioni, dagli anticipi agli importi.

Riportiamo un interessante articolo pubblicato dal Sole 24 Ore secondo cui resta a 67 anni l’età per il pensionamento di vecchiaia e 42 anni e 10 mesi per l’anticipo. Scatta la rivalutazione piena degli assegni (0,4%) fino a 2.053 euro lordi al mese ma per l’Ape sociale e aziendale c’è il rischio chiusura.

di Davide Colombo

Il 3 gennaio prossimo, un venerdì, le pensioni messe in pagamento dall’Inps saranno rivalutate a un tasso dello 0,4%, in linea con l’indice di variazione dei prezzi per il 2020 comunicato dall’Istat. Per il 2019 non ci sarà alcun conguaglio, visto che l’Istat ha confermato la stima di una variazione dell’indice Foi all’1,1 per cento. Ma la rivalutazione delle pensioni, prevista dal decreto ministeriale in arrivo sulla Gazzetta Ufficiale, non rappresenta la sola novità dell’anno per il pianeta pensioni.

leggi tutto da Il Sole 24 Ore