SBARRA: NOI SIAMO PRONTI AD ACCETTARE LA SFIDA. CON LA CONCERTAZIONE IL PAESE RIPARTIRA'

La concertazione non è una parola astratta. E’ la via necessaria per gestire nella responsabilità la fase di ripartenza del Paese.

RIFORMA LEGGE 23 SANITA' IN PROVINCIA DI PAVIA

INCONTRO CONFEDERARE SUL TEMA DELLA SANITA' NEL TERRITORIO PAVESE E SUL POSSIBILE RILANCIO E RIFORMA DELLA LEGGE REGIONALE 23

GREEN PASS E' LEGGE

DL GREEN PASS: COME FUNZIONERA' NEI LUOGHI DI LAVORO

GAS E LUCE CON LA RIPRESA DEL DOPO COVID RICHIESTA ALTISSIMA E PREZZI CHE AUMENTANO A DISMISURA - SBARRA INACCETTABILI GLI AUMENTI IL GOVERNO INTERVENGA!

Domanda altissima e offerta molto bassa in Europa: ècco che i prezzi aumentano. Scatteranno il 1 Ottobre i rincari!

LA CISL INSIEME A CGIL E ALLA UIL RIPROPONGONO LA VERTENZA: MANCANO POCHI MESI ALLA SCADENZA DELLA "QUOTA 100" !

Previdenza: la vertenza continua. Il volantino Cgil Cisl Uil- In scadenza quota 100!

LUNEDI' 13 SETTEMBRE SCIOPERO AL SANTA MARGHERITA - PRESIDIO DALLE ORE 10.00

CISL E CGIL FUNZIONE PUBBLICA HANNO INDETTO UNA GIORNATA DI SCIOPERO E PRESIDIO DAVANTI ALLA STRUTTURA PAVESE

SBARRA: POSITIVO L'INCONTRO CON CONFINDUSTRIA

VACCINO UNICA ARMA CHE ABBIAMO CONTRO IL COVID. REGISTRATA COMUNE CONVERGENZA

INAUGURATO IL NUOVO ANNO ACCADEMICO ALLA PRESENZA DI MATTARELLA: NON INVOCARE LA LIBERTA' PER SOTTRARSI AL VACCINO!

UNIVERSITA' DI PAVIA COMPIE 660 ANNI. OGGI L'INAUGURAZIONE DEL NUOVO ANNO ACCADEMICO ALLA PRESENZA DELLA MINISTRA DELLA UNIVERSITA' E RICERCA E DEL PRESIDENTE MATTARELLA. ANCHE QUI RICORDO DI VACCINARSI: UNICA ARMA

LA CISL C'E' ANCHE SULLA CAMPAGNA VACCINALE

Parte la Campagna Cisl sui vaccini: “Il nostro impegno per protegger tutti” - Dovere morale dovere civile!

PRESIDIO UNITARIO SANITA'

LA DELEGAZIONE CISL PAVIA LODI A PALAZZO LOMBARDIA PRESIDIO SANITA'

ACCORDO PER NUOVO CONTRATTO PER IMPRESE DI PULIZIA, MULTISERVIZI E SERVIZI INTEGRATI

Guarini:«Rinnovo molto sofferto che restituisce dignità al settore, ora si lavori per il riconoscimento sul piano istituzionale»

CHIEDIAMO L'ABOLIZIONE DELL'ART. 177 DEL CODICE DEGLI APPALTI

FIT CISL PAVIA LODI E FEMCA CISL PAVIA LODI SCIOPERO E PRESIDIO IN PREFETTURA A PAVIA. L'ART.177 DEL CODICE DEGLI APPALTI VA CANCELLATO! NO ESTERNALIZZARE. A RISCHIO POSTI DI LAVORO!

CISL PAVIA LODI SABATO 26 GIUGNO IN PIAZZA A TORINO

MANIFESTAZIONE UNITARIA CGIL CISL UIL A TORINO IN PIAZZA CASTELLO. LA UST CISL PAVIA LODI IN PIAZZA DALLE 9:00

PRESIDIO CGIL CISL UIL DI PAVIA IN PREFETTURA

SICUREZZA PIU' SICUREZZA: INCONTRO CON IL PREFETTO E CONSEGNA DEL DOCUMENTO UNITARIO: INTANTO ALTRI 2 MORTI A VILLANTERIO LA LUNGA LISTA

SICUREZZA SUL LAVORO PRESIDIO A LODI

LA CISL PAVIA-LODI PRESENTE IN PREFETTURA A LODI PER RICHIAMARE L'ATTENZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO. LA VITA PRIMA DEL DENARO. IL PREFETTO APRIRA' DA SUBITO UN TAVOLO DI LAVORO

NOTIZIE dalla FIM

IPOTESI PIATTAFORMA METALMECCANICI-APPROVATA DAL 94% DEI LAVORATORI IN LOMBARDIA. Il prossimo 5 novembre si aprirà il negoziato con Federmeccanica e Assistal.

La Commissione elettorale nazionale ha certificato che la consultazione sull’ipotesi di piattaforma contrattuale ha dato esito positivo.

Sulla base del voto oggi 16 ottobre 2019 la Commissione elettorale nazionale Fim-Fiom-Uilm ha comunicato i risultati quasi definitivi pervenuti dalle strutture regionali. In particolare: il numero di aziende nelle quali si sono svolte le assemblee è risultato pari a 6.104 per un totale di 684.946 dipendenti.

Hanno votato in totalec358.184 lavoratori (pari al 74,21% dei presenti nei giorni di votazione) e di questi 338.193 (95,78%) hanno votato Sì e 14.898 (4,22%) hanno votato No. Le bianche sono state 3.560 e le nulle 1.289.

Ipotesi Contratto Metalmeccanici: la piattaforma passa in Lombardia con il 94% dei consensi. 
Raccolti i voti di oltre 200mila lavoratori in circa 1.900 aziende.
A Pavia sono state raggiunte 56 aziende con 2238 SI  - 11 NO - 18 BIANCHE  su un totale di 4555 lavoratori.
A Lodi sono state raggiunte 45 aziende con 1312 SI - 5 NO - e BIANCHE su un totale di 2782 lavoratori.
 
Dopo la larga approvazione dell’Ipotesi di Piattaforma di Fim- Fiom-Uilm da parte dei lavoratori ora si apre il negoziato con Federmeccanica e Assistal con l’obiettivo da parte delle organizzazioni sindacali di aumentare il salario, estendere i diritti, contrastare la precarietà e migliorare la condizione di vita e di lavoro anche per rilanciare l’industria a partire dal settore metalmeccanico che rappresenta la spina dorsale dell’economia italiana.

Il prossimo 5 novembre si aprirà il negoziato con Federmeccanica e Assistal.
              
(ANSA) - MILANO, 16 OTT - Via libera alla piattaforma unitaria per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici con il 94% di voti favorevoli in Lombardia. Lo annunciano Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil, che hanno concluso una campagna di assemblee, coinvolgendo oltre 200mila lavoratori in circa 1.900 aziende, con il "valore aggiunto" dell'unità sindacale, raggiunta dopo anni di divisioni con il contratto del 2016 e "consolidata con questo rinnovo". Fim, Fiom e Uilm puntano ad un aumento del salario dell'8% sui minimi per il periodo 2020-2022 e al miglioramento delle relazioni industriali aprendo "in modo deciso" alla partecipazione dei lavoratori. "Sarà il contratto delle competenze - sottolineano i segretari generali Andrea Donegà,
Alessandro Pagano e Vittorio Sarti - per il ruolo importante che dovrà avere la formazione, strategica  per coniugare esigenze di sviluppo delle imprese e valorizzazione del capitale umano". Tra gli obiettivi anche "rafforzare il welfare integrativo e i temi ambientali, con attenzione particolare alla tutela della salute e sicurezza sul lavoro e all'estensione della contrattazione
aziendale e l'orario di lavoro". (Ansa)
 
ustcislpavia-lodi©2019
 

BENTIVOGLI: scarso dinamismo e stipendi bassi non invogliano i giovani laureati a stare in Italia.

BENTIVOGLI: L'Italia non "ama" il lavoro industriale forse anche perchè i media puntano su altri lavori pubblicizzandoli anche in TV. I giovani si accorgono dopo che non è tutto oro quello che luccica. C'è da sottolineare che spesso le aziende non sono un "luogo accogliente" e poi c'è un problema "salariale".  I giovani si vedono poco accolti rispetto all'innovazione, c'è uno scarso dinamismo e stipendi bassi un quarto di ciò che si paga in Europa ed allora si sceglie di andare via dall'Italia.

La cultura informatica è presa in considerazione da ancora troppe poche aziende 4 su 10 ritengono che sia un veicolo commerciale e sia pertanto utile.

Cosa dovrebbe assicurare una mobilità sociale la scuola ed il lavoro: l'operaio ed il contadino agli ultimi posti nella scelta del lavoro.

ustcislpavialodi©2019

 

30 SETTEMBRE TAVOLA ROTONDA: l'evoluzione del mondo metalmeccanico.

Lunedì 20 settembre 2019, presso la Casa del Giovane, "Salone del 3 Millennio" in Via Lomonaco, 43 a Pavia la FIM CISL Pavia-Lodi propone una tavola rotonda che ha per tema "L'evoluzione del mondo metalmeccanico": prospettive ed opportunità della rappresentanza da cogliere oltre la crisi.

 

Interverranno:

Marco BENTIVOGLI
Segretario Generale Nazionale FIM Cisl

Elena MAGA
Segretario Generale UST CISL Pavia Lodi

Davide CAPRIOGLIO
Vice Presidente CONFINDUSTRIA Pavia

Patrizia CAINARCA Direttore CNA Pavia

Stefano BRUNI
Segretario Generale Confartigianato Pavia

Vittorio BOSELLI
Segretario Generale Confartigianato Lodi

Modera i lavori Francesco CANCELLATO Vice Direttore di FANPAGE

 

ustcislpavia©2019

 

 

NUOVA PIATTAFORMA PER NUOVO CONTRATTO METALMECCANICI

I sindacati metalmeccanici di Cgil, Cisl e Uil hanno presentato oggi a Roma la piattaforma unitaria per il rinnovo del contratto in scadenza a dicembre 2019. L'obiettivo oltre a quello del rinnovo contrattuale , condiviso dai lavoratori metalmeccanici, sottoscritto da Fim, Fiom, Uilm e Federmeccanica-Assistal, è di rilanciare il lavoro industriale a partire dal settore metalmeccanico. La piattaforma punta ad un aumento del salario dell’8% sui minimi, relativo al periodo 2020-2022; al miglioramento delle relazioni industriali, diritti di partecipazione e politiche attive; alla valorizzazione della formazione e alla svolta sull’inquadramento; a rafforzare il welfare integrativo e i temi dell’ambiente, con attenzione particolare e irrinunciabile alla salute e sicurezza sul lavoro; in primo piano anche il mercato del lavoro, appalti e orario di lavoro.
"Il cuore delle rivendicazioni - afferma il leader Fim, Marco Bentivogli - è un contratto forte delle competenze dei lavoratori che punti a rendere queste ultime moneta intellettuale per affrontare le grandi transizioni del futuro". (dalCdL)Cisl)

usycislpavia-lodi©2019

 

SCIOPERO NAZIONALE UNITARIO DEI METALMECCANICI, 14 GIUGNO 2019: più di 30.000 in piazza del Duomo.

MILANO, 14 giugno 2019 - Un corteo di oltre 30 mila metalmeccanici ha attraversato questa mattina le strade di Milano fino a Piazza Duomo. Sul palco si sono alternati gli interventi dei delegati delle aziende della Lombardia, della Val D’Aosta, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino e, insieme con i metalmeccanici di Fim, Fiom Uilm è intervenuto anche il collettivo studentesco di Milano. Contemporaneamente, anche le piazze di Firenze e Napoli raccoglievano i metalmeccanici delle altre regioni Italiane. 
Uno sciopero nazionale, quello di oggi, proclamato unitariamente da Fim, Fiom, Uilm per rimettere al centro dell’agenda politica lavoro, industria e occupazione.
Le adesioni sono state altissime in tutti gli stabilimenti metalmeccanici Italiani con una media di astensione al lavoro del 75% : Tte 100%, Magneti Marelli Crevalcore 85%, Lamborghini 95%, Titan 95%, Denso 85%, Rossi spa 80%, Blutec 95%, Sandivik Italia Spa, 90%, Hydro 75%, Gruppo Bosch 80%, Isotta Fraschini 85%, Acciaierie Venete 100% , Gruppo Whirlpool 85%, Tenaris Dalmine 80%, Ducati Motor 70%, Motori Minarelli 90%, IMA 65%, Gruppo Leonardo 60%, Gruppo ILVA 60%, Gruppo Fca 60%, Fincantieri 47%.

Leggi tutto

 

MILANO PIAZZA del DUOMO

 “Quella di oggi è stata la grandissima risposta dei metalmeccanici all’assenza del governo e alla sua incapacità di incidere nelle politiche industriali”. Così il segretario generale della Fim Cisl Lombardia, Andrea Donegà, sul successo dello sciopero e le manifestazioni dei metalmeccanici a Milano, Firenze e Napoli. A Milano oltre 30mila i lavoratori in piazza con Fim, Fiom e Uilm, arrivati da tutta la Lombardia, dal Piemonte, dal Veneto.  Ad aprire la manifestazione lo striscione “Futuro per l’industria”.

 

 

 

Leggi tutto: SCIOPERO NAZIONALE UNITARIO DEI METALMECCANICI, 14 GIUGNO 2019: più di 30.000 in piazza del Duomo.

SCIOPERO NAZIONALE DEI METALMECCANICI, 14 GIUGNO 2019

SCIOPERO NAZIONALE UNITARIO DEI METALMECCANICI, 14 GIUGNO 2019

Carissime e Carissimi,

il prossimo 14 giugno FIM - FIOM - UILM in modo unitario, hanno proclamato lo sciopero di tutta la categoria che si articolerà in tre manifestazioni: a Napoli, per le regioni del sud, a Firenze, per le regioni del centro e a Milano, per le regioni del nord.

Non appena possibile, indicheremo il punto di partenza del corteo e la piazza di arrivo (che dovrebbe essere piazza del Duomo) e sarà conclusa dal Segretario Generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli, per questo chiediamo a tutti i territori e a tutte le categorie uno sforzo organizzativo per essere presenti, con proprie delegazioni, bandiere e striscioni, alla manifestazione.

Sicuri di poter contare sulla Vostra presenza e solidarietà, vi salutiamo fraternamente.

 

Il Segretario Generale                                             Il Segretario Generale
USR CISL Lombardia                                               FIM CISL Lombardia
     Ugo Duci                                                               Andrea Donegà

 ustcislpavialodi©2019