CONCLUSO IL XIX CONGRESSO CISL CONFEDERALE CON L'ELEZIONE DEL SEGRETARIO E DELLA INTERA SEGRETERIA RICONFERMATA

SBARRA ELETTO ALL'UNANIMITA' E LA SUA SEGRETERIA TUTTA RICONFERMATA OGGI A ROMA

GIORNATA CONCLUSIVA DEI LAVORI CONGRESSUALI

L'ASSEMBLEA IN PIEDI PER IL MINUTO DI SILENZIO IN RICORDO DELLE VITTIME DI "PIAZZA DELLA LOGGIA" A BRESCIA

AL CONGRESSO CISL MARIA FALCONE SORELLA DI GIOVANNI FALCONE ALLA TAVOLA ROTONDA CON IL MINISTRO LAMORGESE

LA CISL PROMUOVERA' CON LA FONDAZIONE "FALCONE" PROGETTI CONTRO LE MAFIE

2° GIORNATA DEI LAVORI CONGRESSUALI

FIERA DI ROMA IL RICORDO DI CIRIACO DE MITA ALL'APERTURA DELLA SECONDA GIORNATA DEI LAVORI CONGRESSUALI

XIX CONGRESSO CONFEDERALE CISL

ALLA FIERA DI ROMA OGGI NEL PRIMO POMERIGGIO

SBARRA SUL PALCO DI PALERMO

30 anni fa: la lotta di Falcone e Borsellino tra Capaci e Via D'Amelio

30 ANNI FA LA STRAGE DI CAPACI

SBARRA:“L’impegno dei lavoratori dopo le stragi di Capaci e Via D’Amelio”

FORMAZIONE RSU PUBBLICO IMPIEGO SCUOLA UNIVERSITA'

GIORNATA DI FORMAZIONE DELLE RSU DEL PUBBLICO IMPIEGO SCUOLA ED UNIVERSITA'!

IL DIALOGO PAGA!

CISL: LA FORZA DELLA RESPONSABILITA'

FORMAZIONE SUI NUOVI AMMORTIZZATORI SOCIALI

Cisl Pavia-Lodi Segretari, operatori in formazione a Pavia

MANIFESTAZIONE A ROMA DELLE GUARDIE GIURATE OGGI IN SCIOPERO

SONO 6 ANNI CHE NON CI SI SIEDE AL TAVOLO PER LA FIRMA DIN UN NUOVO CONTRATTO NAZIONALE

FESTA DEL LAVORO: INTRODUZIONE AL LAVORO E AL MONDO FEMMINILE DI ELENA MAGA

X Edizione della Festa del Lavoro a Pavia alla Cisl. Interventi di Elena Pasqualetto(unipd), Paola Gilardoni(cisl lombardia) e di Emanuele Forlani(unipv)

2 MAGGIO SCIOPERO DELLA VIGILANZA PRIVATA

VOGLIAMO UN CONTRATTO DI LAVORO: lo stiamo aspettando da piu' di 6 anni

FONDO CISL PER IL POPOLO UCRAINO

60 GIORNI DI GUERRA ALL'UCRAINA: LA CISL RACCOGLIE ANCORA FONDI

"GIU' LE MANI DALLA CLAUSOLA SOCIALE"

PRESIDI DAVANTI ALLE PREFETTURE: A RISCHIO 350 MILA POSTI SOLO IN LOMBARDIA!

ASSEGNO UNICO PER LA FAMIGLIA SOSTITUIRA' PARTE DEGLI ALTRI BONUS PER LA FAMIGLIA E PER I FIGLI

EROGABILE DA MARZO 2022 DOMANDE GIA' DA ORA. VIENI ALL'INAS E AL CAF CISL PAVIA LODI. NON NECESSITA DI ISEE MA E' CONSIGLIATO!

ELENA MAGA RICONFERMATA SEGRETARIO GENERALE UST CISL PAVIA LODI

CONCLUSO IL 2° CONGRESSO RIELETTA LA STESSA SQUADRA

POMERIGGIO DI PREGHIERA DAVANTI AL DUOMO DI PAVIA

Sabato 5 marzo organizzata da "Il Ticino" momento di preghiera tra la Chiesa di Pavia e quella Ucraina contro la guerra. La Cisl c'era.

STOP A TUTTE LE GUERRE: MAI PIU'!

FEMCA E FILCA CISL PAVIA-LODI IN PRESIDIO CONTRO OGNI GUERRA!

LAVORATORI BRONI-STRADELLA IN SCIOPERO

PRESIDIO AD ARENA PO: HANNO SCIOPERATO PIU' DEL 90 % DEI LAVORATORI

TAVOLA ROTONDA ALLA SCUOLA DI PARTECIPAZIONE E CITTADINANZA INTERVENTO DI ELENA MAGA

"Povertà reddito e lavoro: cambia la povertà, cambia la solidarietà. Reddito di cittadinanza, lavoro povero e politiche attive.

NOTIZIE dalla FIT

FIT Cisl:"La firma era prevista per lo scorso 15 settembre ma l'azienda si è comportata in modo diverso rispetto alle intese raggiunte!

CONTRATTO INTEGRATIVO SCADUTO ALLA STAV di VIGEVANO:

intese cancellate unilateralmente dall'Azienda dopo aver raggiunto un accordo nell'estate!

Gaetano Di Capua Segretario generale della Fit Cisl Pavia,  sottolinea il comportamento inaspettato dell'Azienda dopo che le trattative  durate tutta l'estate, avevano portato ad un accordo di massima avrebbe dovuto prolungare una precedente fase transitoria. Dopo le trattative e prima della sottoscrizione, la Stav cambia atteggiamento e pone in atto comportamenti in contrasto con le intese raggiunte.

All'ordinario lavoro la Stav avrebbe dovuto riconoscere 38 minuti retribuiti, in aggiunta alle 6 ore e mezza giornaliere, per la pulizia accessoria dei mezzi a cui sommare  l'indennità per vacanza contrattuale di 50 euro al mese.

Stav ha invece introdotto controlli sui lavoratori con l'apertura di procedimenti disciplinari nei confronti di alcuni, inoltre i 38 minuti non sono stati riconosciuti ma inglobati nel normale orario di lavoro.

Per ora e soprattutto a tutela degli addetti, si sono invitati i lavoratori a seguire le attuali disposizioni aziendali riservandoci interventi della Prefettura e azioni di rivalsa nelle sedi opportune.

ustcislpavialodi©2020

 

FIT CISL LE ALTRE OOSS DI PAVIA SCRIVONO AL PREFETTO ALL'ATS E ALL'AZIENDA ASM PAVIA

LE OOSS DI PAVIA SCRIVONO AL PREFETTO DI PAVIA ALL'ATS E ALL'AZIENDA ASM PAVIA

La presente per comunicare quanto risulta alle scriventi OO.SS. circa l’applicazione, da parte della società in oggetto, delle misure di sicurezza per il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19. In particolar modo ci viene riferito che le condizioni igieniche dei mezzi utilizzati dai lavoratori e dei locali destinati alla vestizione, nonché dei bagni e delle docce fanno sorgere forti dubbi sulle modalità di esecuzione della pulizia giornaliera e preoccupano tutti i lavoratori a maggior ragione in questo periodo dove, oltre alla pulizia ordinaria, dovrebbero effettuarsi interventi straordinari di disinfezione/sanificazione. Al riguardo, in data 24/4, le scriventi OO.SS. hanno inviato alla società in argomento una nota attraverso la quale veniva esposta, per l’ennesima volta, la problematica in questione. In data 28/4 nel corso della riunione del comitato di verifica per l’attuazione del protocollo sulle misure di contenimento del contagio da Covid-19, le scriventi OO.SS., insieme alla Rsu aziendale, rinnovavano alla società l’invito a procedere al trattamento dei locali “ spogliatoio” e dei mezzi. In data 29/4 la società avrebbe proceduto alla pulizia e alla sanificazione dei locali spogliatoio con i risultati che sono visibili dalla documentazione che si allega. Dai risultati ottenuti, anche rispetto al trattamento improvvisato riservato ai Dpi presenti negli spogliatoi (buttati letteralmente nei cassonetti), è del tutto evidente come interventi del genere non siano mai stati effettuati, né tantomeno vi è una cadenza programmata degli stessi.

Le condizioni sopra citate sono motivo di forte preoccupazione per i lavoratori quanto per le scriventi OO.SS. che per la Rsu aziendale che al riguardo chiedono alla Direzione dell’Ats in indirizzo di valutare l’opportunità di intervenire per quanto di competenza. 

ustcislpavialodi©2020

 

NECESSARIO RIDURRE LE ATTIVITA' LAVORATIVE

CORONAVIRUS: necessario ridurre i contatti

 (ANSA) - MILANO, 24 MAR - I sindacati regionali dei trasporti chiedono alla Regione Lombardia di ridurre le attività
produttive e in caso contrario minacciano lo stato di agitazione. E' quanto si legge in una nota in cui Filt-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti chiedono alla Regione di "fare un ulteriore passo avanti" per "diminuire le attività permesse e fermare quelle aziende il cui operato non risulta indispensabile alla sopravvivenza della nostra nazione, diminuendo cosi le possibilità di movimento e assembramento e quindi di contagio". 
Secondo i rappresentanti dei lavoratori dei trasporti "la Regione Lombardia può fare molto sin da subito".  "Valuteremo nei prossimi giorni - aggiungono - anche alla luce dell'effettiva riduzione delle attività lavorative richieste da Cgil Cisl e Uil, l'apertura di uno stato di agitazione, azienda per azienda, delle persone che rappresentiamo". (ANSA).
 
ustcislpavialodi©2020
 

CORONAVIRUS AUTOGUIDOVIE. attivata procedura d'urgenza 1 autista linea urbana positivo al tampone!

AUTISTA TRASPORTO URBANO POSITIVO AL CORONAVIRUS: sta bene ed è in isolamento a casa.

Il conducente che dopo i primi sintomi è stato sottoposta al tampone ed è risultato "positivo", è comunque in condizioni stabili, non ricoverato. Così l'Azienda ha messo in quarantena altri 23 colleghi. E' il primo caso registrato a Pavia e la stessa Autoguidovie sostiene che nessun altro collega che nei giorni scorsi ha avuto contatti con l'autista in isolamento ha accusato sintomi simili.

Preoccupate le OOSS che giorni fa avevano chiesto all'Azienda più attenzione soprattutto per il personale viaggiante. 

Gaetano Di Capua( Fit Cisl) "Siamo preoccupati per questo primo caso, avevo per primo sollevato il problema dell'alto rischio di contagio per i conducenti per chi si muove. Avevamo chiesto lo stop della vendita dei biglietti a bordo, di far salire l'utenza solo dalle porte posteriori, di dotare gli autisti di guanti e mascherine e questo l'Azienda anche per tutelarsi l'ha messo in campo, ma ora è necessario ridurre al massimo le corse e i mezzi della rete urbana ma anche quelli che escono e viaggiano sulla extraurbana. Necessarie come nel caso di sciopero le fasce di garanzia.

ustcislpavialodi©2020

 

AREA SPAZZAMENTO E RACCOLTA PREFETTURA ANNULLA L’INCONTRO DEL 6/3/2020

 

COMUNICATO STAMPA

ASM PAVIA

AREA SPAZZAMENTO E RACCOLTA PREFETTURA ANNULLA L’INCONTRO DEL 6/3/2020

 

 

Le Organizzazioni Sindacali FP CGIL, FIT CISL, UIL TRASPORTI E FIADEL congiuntamente alle RSU del comparto Igiene Ambientale, comunicano che la Prefettura di Pavia con nota del 5/3/2020, in ottemperanza alle disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri relative al corona virus, ha annullato l’incontro previsto per oggi.

In considerazione che i temi che hanno costretto le scriventi OO.SS. alla proclamazione dello stato di agitazione rimangono delle priorità, pur comprendendo le ragioni legate alla situazione emergenziale che impediscono il regolare svolgimento delle procedure previste, dichiarano che lo stato di agitazione permane. Nel contempo le scriventi OO.SS.  auspicano che questo periodo possa essere utilizzato per l’avvio di un dialogo, con le modalità ritenute più idonee, con la proprietà al fine di individuare un percorso comune che possa dare soluzione alle tematiche che si protraggono da troppo tempo.

In particolare: assunzioni, una valutazione dei carichi di lavoro, una programmazione straordinaria di fruizione delle ferie il cui mancato godimento impedisce il recupero psicofisico del personale, una ristrutturazione del locale spogliatoi la cui annosa questione li presenta oggi in condizioni che vanno oltre ogni limite di accettabilità ed infine la situazione relativa agli affidamenti in scadenza.

Pavia, 6 marzo 2020

 

ustcislapavialodi©2020

 

 

INCENDIO AD UNA CABINA NELLA STAZIONE DI PAVIA: la cabina non è più operativa da tempo

Ieri sera nella stazione di Pavia i vigili del fuoco del Comando di Pavia sono intervenuti, verso le 19 , per un incendio alla "Torre B" della stazione ferroviaria. Le fiamme si sono propagate, per cause ancora in fase d'accertamento, all'interno di una ex cabina di manovra che sta in mezzo ai binari di uscita lato Milano(attualmente dismessa).

Per circa 2 ore blocco dei transiti e fermate per garantire la sicurezza durante le operazioni di spegnimento, che hanno visto impegnate 2 squadre dei vigili del fuoco. Sul posto, insieme ai pompieri, è intervenuto anche personale della Polfer di Pavia e di Rfi, competente per le infrastrutture ferroviarie.